Wednesday, December 1, 2021
Google search engine
HomeNewsTravis McMichael afferma che Ahmaud Arbery non lo ha minacciato durante un...

Travis McMichael afferma che Ahmaud Arbery non lo ha minacciato durante un inseguimento fatale


Il controinterrogatorio è stato condotto da Linda Dunikoski su Travis McMichael, l’imputato, a Brunswick, Georgia.
Sean Rayford, tramite Associated Press

Travis McMichael era uno dei tre uomini bianchi accusati in relazione all’omicidio di Ahmaud Arbery, ha testimoniato giovedì di non essere stato minacciato durante l’inseguimento di cinque minuti nel febbraio 2020 che si è concluso con la morte di Arbery.

La testimonianza di McMichael è stata una scommessa, non perché avrebbe avuto la possibilità di spiegare alla giuria quasi interamente bianca cosa è successo quel giorno, come ha fatto mercoledìNon perché gli abbia dato l’opportunità di rispondere alle domande. E il pubblico ministero Linda Dunikoski ha estratto l’ammissione potenzialmente dannosa durante la testimonianza di giovedì mattina.

McMichael aveva 35 anni e sembrava contestare le affermazioni che lui e Gregory avevano fatto alla polizia poco dopo l’omicidio. Il giovane McMichael ha anche offerto alcuni dettagli sulla sparatoria che non erano stati rivelati in precedenza, incluso che ha detto che la polizia di Arbery era in arrivo e che “non è riuscito” a rilasciare dichiarazioni accurate alla polizia subito dopo aver ucciso Arbery.

Dunikoski ha chiesto a McMichael i dettagli della sua ricerca. McMichaels ha detto che hanno inseguito Arbery perché sospettavano che fosse coinvolto in rapine a Satilla Shores, in Georgia, a Brunswick. Credevano anche che potesse aver rubato in un cantiere vicino.

Arbery è stato inseguito dai due uomini in un camioncino armato di pistole. Anche William Bryan, un altro vicino di casa, è stato coinvolto nell’inseguimento. Gregory McMichael ha gridato ad Arbery di smetterla. Questo può essere sentito in una chiamata al 911 che il vecchio McMichael ha fatto durante il suo inseguimento. Tuttavia, non ha detto ad Arbery perché lo stavano seguendo. Bryan ha catturato Travis McMichael mentre sparava ad Arbery da distanza ravvicinata nel video.

Una prima parte del processo ha visto l’accusa presentare prove che Arbery non aveva un partner armato durante l’incontro. Travis McMichael, Travis McMichael e altri hanno riconosciuto questo giovedì.

Dunikoski ha chiesto informazioni sull’incontro di Arbery con Travis McMichael durante l’inseguimento.

“In questo momento sta scappando da te. Non ti ha minacciato”, ha detto Dunikoski.

“No”, ha risposto McMichael.

“Non ha tirato fuori una pistola”, ha detto Dunikoski. “Non ha tirato fuori un coltello. Ha ancora le braccia lungo i fianchi e sta cercando di allontanarsi da te?”

McMichael ha detto che stava “lasciando” [Arbery] fuggire.”

Ha testimoniato che ad un certo punto Arbery ha preso la pistola di McMichael e che ha reagito per legittima difesa sparando ad Arbery. McMichael ha anche testimoniato che Arbery lo ha “colpito” durante il loro incontro.

Dunikoski chiese ad Arbery se avesse preso la pistola e McMichael perché avesse sparato i colpi fatali da distanza ravvicinata.

“Quindi non gli hai sparato perché ha afferrato la canna del tuo fucile”, ha detto. “Gli hai sparato perché ha girato l’angolo, e tu eri proprio lì e hai appena premuto il grilletto immediatamente?”

“No, sono rimasto colpito”, ha detto McMichael. “Eravamo faccia a faccia e sono rimasto colpito, ed è stato allora che ho sparato”.

McMichael ha testimoniato mercoledì di essere a conoscenza di un gruppo Facebook nel suo quartiere che discuteva di possibili crimini. Aveva pubblicato di avere una “buona sensazione su chi avesse rubato” una pistola di cui aveva riferito la scomparsa in una chiamata al 911 il 1 gennaio 2020, circa sette settimane prima della morte di Arbery.

Dunikoski ha letto dal post di Facebook, in cui McMichael ha scritto di aver scoperto dove viveva il presunto ladro e che lo stava “osservando da diversi giorni”. McMichael ha risposto che non si riferiva ad Arbery in questo caso quando Dunikoski glielo ha chiesto.

Ciò contraddice l’affermazione di McMichael l’anno scorso secondo cui ha affermato che una pistola era scomparsa da casa sua e ha puntato il dito contro Arbery.

Giovedì, McMichael ha testimoniato di aver elencato la sua pistola rubata nella dichiarazione della polizia perché pensava che Arbery fosse ancora un sospettato in quel momento.

“Ero preoccupato che il signor Arbery potesse essere un sospettato in questo, o non potesse esserlo”, ha detto.

Bryan, McMichaels e McMichaels sono tutti accusati di omicidio. Stanno anche affrontando accuse di crimini d’odio. l’anno prossimo.

L’uccisione di Arbery ha suscitato indignazione nazionale nel 2020, con proteste che si sono verificate in tutti gli Stati Uniti

Fonte: HuffPost.com.

Condividi il tuo commento qui sotto

Il post Travis McMichael afferma che Ahmaud Arbery non lo ha minacciato durante l’inseguimento fatale è apparso per la prima volta su Breaking News.



Source: https://gt-ride.com/travis-mcmichael-says-ahmaud-arbery-didnt-threaten-him-during-fatal-chase/

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments