Saturday, December 4, 2021
Google search engine
HomeNewsLo stratega di Trump Steve Bannon incriminato con l'accusa di oltraggio nell'indagine...

Lo stratega di Trump Steve Bannon incriminato con l’accusa di oltraggio nell’indagine del 6 gennaio


WASHINGTON – Steve Bannon, stratega politico dell’ex presidente Donald Trump, è stato incriminato venerdì da un gran giurì con due accuse di oltraggio criminale per aver sfidato un mandato di comparizione della Camera.

La decisione del Dipartimento di Giustizia di incriminare Bannon è arrivata dopo che il comitato della Camera che indagava sull’insurrezione del 6 gennaio al Campidoglio ha citato in giudizio Bannon e altri per documenti e testimonianze su ciò che ha portato alla rivolta.

“Fin dal mio primo giorno in carica, ho promesso ai dipendenti del Dipartimento di Giustizia che insieme avremmo mostrato al popolo americano con le parole e con i fatti che il dipartimento aderisce allo stato di diritto, segue i fatti e la legge e persegue l’eguale giustizia secondo la legge, ” Il procuratore generale Merrick B. Garland ha dichiarato in una dichiarazione che annuncia l’atto d’accusa. “Le accuse di oggi riflettono il fermo impegno del dipartimento a questi principi”.

Un’azione penale è un’escalation più seria dell’applicazione civile delle citazioni in giudizio da parte della Camera durante le indagini ad ampio raggio dell’amministrazione Trump.

Tali azioni penali sono rare e in genere viene negoziato un accordo per evitarle, secondo un rapporto apartitico del Congressional Research Service. Il contenzioso potrebbe richiedere mesi o anni.

Bannon, 67 anni, è accusato di un disprezzo per il suo rifiuto di comparire per una deposizione e un altro per il suo rifiuto di produrre documenti, nonostante un mandato di comparizione dalla commissione della Camera. Una data per l’incriminazione non è stata ancora fissata presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti. Ogni conteggio comporta un minimo di 30 giorni e un massimo di un anno di carcere, oltre a una multa da $ 100 a $ 1.000.

Bannon, che all’epoca non lavorava per il ramo esecutivo, era in contatto con Trump nei giorni precedenti l’attacco del 6 gennaio. Gli avvocati di Bannon hanno detto al comitato in una lettera del 7 ottobre che Trump gli aveva ordinato di non collaborare perché l’ex presidente avrebbe combattuto la divulgazione sotto il privilegio esecutivo, nonostante Bannon non lavorasse per il governo.

Di più:Bannon sarà disprezzato. Cosa significa e quali poteri ha il Congresso?

Il comitato della Camera ha votato il 19 ottobre per sollecitare un’azione penale per oltraggio. La Camera ha poi votato il 21 ottobre per approvare la citazione penale e deferire il caso al dipartimento per un possibile procedimento penale.

“Nessuno negli Stati Uniti d’America ha il diritto di annullare un mandato di comparizione da parte di un tribunale o del Congresso degli Stati Uniti”, il rappresentante Jamie Raskin, D-Md., che ha insegnato diritto costituzionale all’Università americana per più di due decenni, detto dopo il voto. “Se il signor Bannon vuole presentarsi e perorare il quinto emendamento perché si autoincriminerà, ha quel diritto costituzionale”.

Raskin ha affermato che il comitato potrebbe offrire l’immunità a Bannon in modo che la sua testimonianza non venga utilizzata contro di lui in un processo penale.

Il presidente Joe Biden ha complicato il caso dicendo che il dipartimento dovrebbe perseguire Bannon e altri. Ha riconosciuto che non avrebbe dovuto dirlo, ma che ha risposto onestamente a una domanda.

Biden ha detto ai giornalisti il ​​15 ottobre di sperare che il comitato “perseguiti” le persone che sfidano le citazioni in giudizio “e le ritenga responsabili penalmente”. Alla domanda se dovrebbero essere perseguiti, Biden ha risposto: “Sì, sì”.

Biden ha detto al municipio della CNN il 21 ottobre che ciò che ha detto non era appropriato. Ha detto che il dipartimento prenderà la propria decisione sull’opportunità di perseguire.

“Non l’ho fatto, non ho e non prenderò il telefono e chiamerò il procuratore generale e gli dirò cosa dovrebbe o non dovrebbe fare in termini di chi dovrebbe perseguire”, ha detto Biden.

Jack Goldsmith, un professore di legge di Harvard, ha twittato che qualsiasi accusa contro Bannon, che considerava legalmente giustificata, “sarà contaminato dall’osservazione di Biden.”

I procedimenti penali per oltraggio al Congresso sono relativamente rari, con lo statuto del 1857 utilizzato principalmente come deterrente. La potenziale punizione è un anno di carcere e una multa di 1.000 dollari.

Di più:Trump fa causa al panel del 6 gennaio per bloccare la divulgazione dei documenti

Ecco i riassunti dei casi durante gli ultimi 40 anni di citazioni per oltraggio criminale:

Nel 1982, due commissioni della Camera hanno citato in giudizio il capo dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente per i documenti relativi all’applicazione della legge Superfund. L’amministratore Anne Burford ha rifiutato di rivelare i documenti sotto la direzione del presidente Ronald Reagan come protetti dal privilegio esecutivo. La Camera ha approvato una citazione per oltraggio penale, ma l’avvocato americano ha rifiutato di presentare il caso al gran giurì. I comitati alla fine hanno raggiunto accordi per ricevere l’accesso ai documenti e ritirare efficacemente la citazione di disprezzo.

Nel 2007, la Commissione Giustizia della Camera ha citato in giudizio l’ex consigliere della Casa Bianca Harriet Miers e il capo dello staff Joshua Bolten per testimonianze e documenti sul licenziamento degli avvocati statunitensi sotto il presidente George W. Bush, che ha affermato il privilegio esecutivo. Il procuratore generale ha rifiutato di perseguire entrambi i funzionari per oltraggio penale. La Camera ha citato in giudizio per conformità e dopo due anni di contenzioso ha raggiunto un accordo per documenti e testimonianze di Miers in un’udienza chiusa ma trascritta.

Nel 2012, la Commissione per la sorveglianza della Camera e la riforma del governo ha chiesto documenti al procuratore generale Eric Holder sull’indagine “Fast and Furious” sul traffico di armi da fuoco. Il Dipartimento di Giustizia ha notificato al comitato che non avrebbe preso provvedimenti per un’accusa di oltraggio penale, basata sul privilegio esecutivo e sulla discrezione dell’accusa. Il comitato ha citato in giudizio per far rispettare la citazione e un tribunale distrettuale federale ha incaricato il dipartimento di conformarsi alla citazione nel 2016.

Nel 2013, l’ex funzionario dell’Internal Revenue Service Lois Lerner ha invocato il suo quinto emendamento diritto contro l’autoincriminazione riguardo al controllo dei gruppi esenti da tasse, dopo aver rilasciato una dichiarazione di apertura davanti al comitato di sorveglianza della Camera. Circa 10 mesi dopo, la Camera ha approvato una citazione per oltraggio penale, ma l’avvocato degli Stati Uniti ha affermato di non aver rinunciato ai suoi diritti sul quinto emendamento e che non sarebbe stata perseguita.

Fonte: USAToday.com

Lo stratega post Trump Steve Bannon incriminato con l’accusa di oltraggio nell’inchiesta del 6 gennaio è apparso per primo su News Daily.





Source: https://philippinenewsdaily.com/trump-strategist-steve-bannon-indicted-on-contempt-charges-in-jan-6-investigation/

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments