Wednesday, December 1, 2021
Google search engine
HomeNewsLa nuova "Red" di Taylor Swift è una festa per i fan...

La nuova “Red” di Taylor Swift è una festa per i fan di 30 canzoni sensibili, arrabbiate e trasformative


Taylor Swift non fa nulla senza scopo.

Sta ripubblicando “Red”, il suo quarto album che inizialmente è arrivato nel 2012 nel 2021 a causa dell’inverso numerico?

Ha fatto l’annuncio dell’arrivo di “Red (Taylor’s Version)” con esattamente 22 settimane di anticipo in riferimento a uno dei successi dell’album, “22”?

Per evitare la fuga precipitosa di Adele, ha anticipato la data di uscita dal 19 novembre a venerdì?

Senza dubbio i devoti Swifties analizzeranno ogni mossa considerata – è uno sport che piace sia alla Swift che ai suoi fan – così come analizzeranno ogni sfumatura e sezionare il contenuto dei testi nelle aggiunte a “Red”.

Ma non dimentichiamo mai il motivo di “Taylor’s Version” di “Red”, che segue l’uscita di aprile di “Fearless (Taylor’s Version)”: sta reclamando la sua proprietà artistica e mantenendo la promessa di registrare nuovamente i suoi primi sei album dopo l’aspro vendita delle sue registrazioni originali.

E lei dimostra ancora una volta di aver vinto.

Altre sorprese: Taylor Swift svela una nuova versione di “Wildest Dreams”

Le 16 tracce originali di “Red” – e alcune altre della “Deluxe Version” dell’album – sono meticolosamente riprodotte. La batteria potrebbe essere più nitida in “I Knew You Were Trouble” e le chitarre sfiorano con maggiore risalto e chiarezza in “22”, ma questi miglioramenti tecnici non sminuiscono lo spirito dell’edizione 2012. Inoltre, la voce di Swift ha, naturalmente, acquisito muscolosità e sicurezza con l’età, ma la sua evoluzione non è mai una distrazione.

Colpisce ancora la gamma più alta alla fine di “Everything Has Changed”, il suo morbido duetto con Ed Sheeran, e inchioda la risatina e “è così divertente!” proclama che racchiude “Stay Stay Stay”. Coloro che potrebbero aver dimenticato una delle canzoni più belle dell’album, “The Last Time”, con il cantante degli Snow Patrol Gary Lightbody, si ricordano anche della sua silenziosa bellezza.

Ancora più importante, “Red (Taylor’s Version)” ribadisce come l’album abbia trasformato la carriera di Swift da country ingenue a sorprendente pop star, l’esplosione di batteria nell’apertura “State of Grace” e lo smalto pop svedese di Max Martin e Shellback in ” Non torneremo mai più insieme” punti di ingresso principali per la sua allora nuova direzione.

Ma l’occasione più grande per celebrare questa versione di “Red” è l’aggiunta di 10 tracce, inclusa una versione di 10 minuti ricca di testi di “All Too Well”. Con una durata totale di due ore e 11 minuti, l’album è una festa per i fan e uno studio intrigante sull’abilità lirica di Swift, anche dieci anni fa.

Momenti salienti di “Red (Versione di Taylor”)”

“Rona”

La struggente ballata, registrata nel 2012 per Stand Up to Cancer, era dedicata a Ronan Thompson. Morì nel 2011 di neuroblastoma. Avendo ricevuto il permesso di registrare nuovamente la canzone dalla madre di Ronan, Maya, che Swift accredita come co-autrice per aver tratto ispirazione dai suoi post sul blog sul suo bambino malato, Swift mette a nudo la sua sensibilità. “Sei stato il mio miglior quattro anni”, canta su dolce chitarra e pianoforte, un pugno allo stomaco anche per chi non ha inclinazioni genitoriali.

Niente di nuovo

La voce di Swift è affiancata da Phoebe Bridgers. Sebbene provenga anche dai caveau del 2012, le tendenze rustiche della canzone e la produzione dell’amico di Swift, Aaron Dessner dei The National, forniscono un’atmosfera più vicina alla sua produzione attuale (“Folklore” e “Evermore”). Ma anche quasi dieci anni fa, l’autoconsapevolezza di Swift era al punto mentre rifletteva sull’essere scartata dopo che la lucentezza sbiadì. “Come sono passato dalla crescita al crollo?” si chiede. E poi: “Come può una persona sapere tutto a 18 anni ma niente a 22? E mi vorrai ancora quando non sarò una novità?”

La quarta di copertina di "Rosso (versione di Taylor)," raffigurante le 30 canzoni incluse nella versione riregistrata di Swift del suo album del 2012.

“Better Man” e “Babe”

Entrambe le canzoni sono state hit per altri artisti, rispettivamente Little Big Town nel 2016 e Sugarland nel 2018, ma ascoltarle nelle mani dell’autore dà loro ulteriore peso.

Il messaggio nella bottiglia

No, non è una cover del classico dei Police (anche se non sarebbe divertente?), ma un pezzo pop di Max Martin e Shellback. Irresistibilmente lucido, sarebbe stato un’esuberante aggiunta agli spettacoli dal vivo di Swift.

Elogio di Billy Joel:Taylor Swift è come i Beatles per la sua generazione

“Scommetto che pensi a me”

Sebbene Chris Stapleton sia l’attrazione sulla carta – e senza dubbio la sua voce color whisky è la bellissima carta vetrata per la voce elegante di Swift – la melodia dovrebbe essere ricordata per alcuni dei testi più sarcastici di Swift. La speculazione abbondava sul fatto che l’originale “Red”, così intriso di crepacuore e rabbia, fosse stato scritto principalmente su un’amante di Swift all’epoca (ciao, Jake Gyllenhaal) e qui, non lascia molti dubbi. “Scommetto che pensi a me quando sei fuori/Ai tuoi fantastici concerti di musica indie ogni settimana/Scommetto che pensi a me a casa tua/Con le tue scarpe organiche e il tuo divano da un milione di dollari/Scommetto che pensi a me quando dì “oh mio Dio/è pazza, ha scritto una canzone su di me”. Miao.

Correre

Un altro abbinamento con il caro amico Sheeran, l’adorabile armonizzazione del duo – completata dalla London Contemporary Orchestra – suona senza sforzo, solo due artisti che la pensano allo stesso modo che si nutrono dei reciproci punti di forza musicali.

Tutto troppo bene

Questa versione di 10 minuti, prodotta dal frequente collaboratore di Swift, Jack Antonoff, scorre attraverso testi enciclopedici che mordono e feriscono nella loro onestà e dolore. “E mi chiami di nuovo/Solo per infrangere me come una promessa/Così casualmente crudele in nome dell’essere onesto/Sono un pezzo di carta accartocciato che giace qui/Perché ricordo tutto, tutto, tutto/Dicono tutto è bene quel che finisce bene/ma ogni volta mi ritrovo in un nuovo inferno/mi tradisci doppio.

Fonte: USAToday.com

Il post La nuova “Red” di Taylor Swift è una festa per i fan di 30 canzoni sensibili, arrabbiate e trasformative apparse per la prima volta su News Daily.



Source: https://philippinenewsdaily.com/taylor-swifts-new-red-is-a-fan-feast-of-30-sensitive-angry-and-transformative-songs/

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments