Saturday, December 4, 2021
Google search engine
HomeNewsIl proprietario dice che non era preoccupato per il furto nel sito...

Il proprietario dice che non era preoccupato per il furto nel sito che gli assassini di Ahmaud Arbery hanno affermato di proteggere


Tre uomini bianchi sono stati processati per omicidio dalla giuria Ahmaud Arbery l’anno scorso in Georgia ha ascoltato giovedì la testimonianza di un proprietario di una proprietà che ha affermato di non aver autorizzato Gregory e Travis McMichael a sorvegliare il suo cantiere, né di essere particolarmente preoccupato per il furto. due delle giustificazioni che gli imputati hanno offerto per perseguire Arbery e affrontarlo.

I pubblici ministeri hanno riprodotto anche filmati di sicurezza presi dalla proprietà di Brunswick, in Georgia. Questo mostrava le persone che camminavano attraverso l’area, dove era in costruzione la casa nei mesi precedenti la sparatoria.

Questo sito è stato messo in discussione perché Travis McMichael, Gregory McMichael e Travis McMichael, uno dei tre imputati nel caso di omicidio, hanno chiamato più volte il 911 per le rapine avvenute nella zona, in particolare quella relativa alla posizione il 23 febbraio 2020. Questo è il data in cui Arbery è stato assassinato.

I McMichaels e William “Roddie” Bryan, l’uomo che ha filmato la sparatoria, sono tutti accusati di omicidio colposo, omicidio criminale, aggressione aggravata, rapimento e tentativo criminale di commettere falsa detenzione, nonché accuse di crimini d’odio federali. Arbery (che era nero) aveva 25 anni.

Il proprietario della proprietà Larry English ha detto in una testimonianza preregistrata di aver installato telecamere dopo che un vicino gli ha detto che “alcuni ragazzi dall’altra parte della strada” stavano giocando dentro e intorno al cantiere. Nella sua testimonianza, English ha affermato di essere più preoccupato per la sicurezza dei ragazzi che per il furto di qualcosa in casa. Ha descritto il cantiere come “molto pericoloso”.

English ha affermato ripetutamente che le telecamere erano “riguardanti i bambini” e la loro sicurezza, non a causa di preoccupazioni per violazione di domicilio o furto. English ha detto che non gli importava che la gente entrasse e uscisse dal cantiere.

English ha chiamato il 911 per segnalare una persona non autorizzata sulla scena. L’accusa ci ha giocato. Sul nastro, descrive la persona come un “ragazzo di colore”. Dice che ci sono molti strumenti e attrezzature nel sito.

Paul Camarillo, il procuratore di Camarillo, ha chiesto all’inglese di tradurre ciò che sperava avrebbero detto i servizi di emergenza e le forze dell’ordine.

“Volevo, spero solo che lo trovassero e parlassero con lui e gli dicessero di non essere più lì”, ha detto English.

English ha dato il permesso alla polizia di visitare la sua proprietà in un’altra chiamata al 911 che è stata effettuata dalla giuria. Ma English ha testimoniato che c’era solo una persona, oltre alle forze dell’ordine, a cui ha dato il permesso di controllare il sito: un uomo che viveva nelle vicinanze che non è nessuno degli imputati accusati dell’omicidio di Arbery.

“In qualsiasi momento, hai autorizzato i McMichael a confrontarsi con qualcuno sul tuo sito?” Camarillo chiese in inglese.

“No”, rispose l’inglese.

Camarillo ha anche sentito English dire a Camarillo che McMichaels non ha mai avuto il permesso di visitare la sua proprietà.

I pubblici ministeri hanno presentato filmati di sicurezza che mostrano un uomo bianco che cammina per la proprietà con una donna e un’altra persona bianca. È stato anche mostrato un video di Arbery che cammina per la proprietà. Il video non mostra nulla che sia stato prelevato dalla proprietà.

La giuria ha poi visto i filmati di sorveglianza che sono stati ripresi il giorno della morte di Arbery. English ha spiegato che le riprese video hanno mostrato che gli oggetti dei giorni passati esistevano ancora sulla scena.

“A questo punto, che lei sappia, è mai stato preso o disturbato qualcosa?” chiese Camarillo.

“No”, rispose l’inglese.

A parte la deposizione di English, la polemica si è accesa quando l’avvocato difensore Kevin Gough ha criticato la presenza di pastori neri al processo.

Il reverendo Al Sharpton si è unito alla famiglia Arbery in aula. Gough ha detto che la presenza di Sharpton e di altri pastori neri in aula avrebbe intimidito la giuria.

Sharpton, accompagnato dall’avvocato per i diritti civili Benjamin Crump, ha tenuto una veglia di preghiera durante la pausa pranzo del processo quel giorno.

“Ovviamente, ci sono così tanti pastori che possono avere. Al Sharpton è il loro pastore, il che va bene. Ma non vogliamo che altri pastori neri entrino qui Jesse Jackson, chiunque fosse qui, seduto con la famiglia della vittima che cercava di influenzare la giuria in questo caso”, ha detto Gough.

Il giudice Timothy Walmsley ha respinto la denuncia di Gough. Ha dichiarato che non avrebbe impedito al pubblico di entrare in aula.

“Se gli individui, in base alle limitazioni che abbiamo in aula, finiscono per sedersi in aula e possono farlo nel rispetto del processo del tribunale e nel rispetto degli ordini di questo tribunale in merito allo svolgimento del processo, e non sono una distrazione, non ho intenzione di fare nulla al riguardo”, ha detto Walmsley.

Sharpton ha risposto con una dichiarazione giovedì, dicendo che la sua presenza era “non dirompente” ed era su invito della famiglia di Arbery. Sharpton ha chiamato Gough “arrogante” nella sua richiesta che lui e altri pastori neri non potessero partecipare al processo.

L’uccisione di Arbery ha suscitato indignazione e proteste nazionali lo scorso anno. Venerdì, il processo proseguirà a Glynn, in Georgia. Alle 9 del mattino, i testimoni dovrebbero essere chiamati dall’accusa.

Fonte: HuffPost.com.

Condividi il tuo commento qui sotto

Il proprietario del post dice che non era preoccupato per il furto nel sito che i killer di Ahmaud Arbery sostenevano di proteggere è apparso per primo su Breaking News.





Source: https://gt-ride.com/owner-says-he-wasnt-worried-about-theft-at-site-ahmaud-arberys-killers-claimed-to-protect/

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments