Wednesday, December 1, 2021
Google search engine
HomeNewsI repubblicani del Montana dichiarano guerra al voto studentesco prima delle elezioni...

I repubblicani del Montana dichiarano guerra al voto studentesco prima delle elezioni del 2022


I repubblicani del Montana hanno ottenuto il controllo unificato del governo statale nel 2020 vincendo la corsa al governatore per la prima volta in 16 anni. Ha permesso loro di raggiungere un obiettivo di vecchia data, rendendo difficile il voto per i giovani e gli studenti.

Quest’anno il legislatore statale ha approvato quattro leggi. Sono stati poi firmati dal governatore del Montana. Greg Gianforte, R): Questi disegni di legge rendono più difficile per gli studenti registrarsi per esprimere il proprio voto e per registrare gli altri a votare. Queste leggi hanno eliminato la registrazione degli elettori del giorno delle elezioni e hanno reso l’ID studente una forma inaccettabile di identificazione degli elettori. Hanno anche posto ulteriori requisiti di residenza ed età per gli elettori.

L’ex presidente Barack Obama è stato l’ispirazione per le leggi restrittive sul voto del Montana. Gli sforzi di Donald Trump per ribaltare la sconfitta del 2020 contro Joe Biden mentendo sulla corruzione elettorale. In molti stati, i repubblicani hanno approvato nuove restrizioni al voto, mirando specificamente a quelle comunità che hanno maggiori probabilità di votare a favore dei candidati democratici. Queste restrizioni sono state imposte agli elettori neri e agli elettori latini in alcuni stati. Studenti e nativi americani erano tra gli obiettivi in ​​Montana.

I repubblicani del Montana prendono di mira studenti, giovani elettori e nativi americani perché queste comunità hanno aiutato i democratici a vincere di misura le elezioni in tutto lo stato negli ultimi 15 anni, nonostante la forte inclinazione partigiana dello stato a favore dei repubblicani a livello nazionale. Il senatore Jon Tester, ora l’unico democratico eletto in tutto lo stato del Montana, ha vinto le sue tre elezioni con un numero di voti compreso tra 3.000 e 18.000. L’ex governatore L’ex governatore Tester potrebbe essere rieletto nel 2024.

I repubblicani di stato affermano che le loro nuove restrizioni elettorali hanno lo scopo di migliorare “l’integrità delle elezioni”. Ma proprio come le bugie sulle frodi elettorali di Trump, le nuove leggi non rispondono a nessuna registrazione di frode o illecito nelle elezioni statali. Quando un tribunale statale del Montana si è pronunciato contro lo sforzo di Trump di impedire alle contee del Montana di implementare il voto per corrispondenza nel 2020, ha osservato che “non vi è alcuna registrazione di frode elettorale nella storia recente del Montana”.

I gruppi giovanili del Montana stanno attaccando le nuove leggi come “un cocktail di misure di soppressione degli elettori che colpiscono pesantemente i giovani”, secondo una causa intentata a OctoberForward Montana Foundation, Montana Youth Action e MontPIRG sono tutte organizzazioni no-profit per la registrazione degli elettori.

“Quando guardi ciascuno di questi individualmente, da solo, sembra che potrebbero prendere di mira gli studenti”, ha detto Scout McMahon, un liceale di 17 anni di Kalispell, nel Montana, e presidente delle iniziative per Montana Youth Action. “Ma quando li metti tutti insieme hai la discriminazione in base all’età, la discriminazione sulla residenza, cambiando specificamente l’ID studente e introducendo anche un altro modulo ed eliminando la registrazione del giorno delle elezioni. È un attacco piuttosto esplicito contro gli elettori studenteschi e gli elettori giovanili nel loro insieme”.

Il governatore del Montana Greg Gianforte (R), ha firmato quattro leggi restrittive che renderanno più difficile per i giovani elettori e studenti votare nello stato.
Tommy Martino tramite Associated Press

I cambiamenti più evidenti che stanno interessando i giovani elettori e gli studenti in generale sono quelli che interessano l’intera popolazione. Questo perché la registrazione degli elettori del giorno delle elezioni è terminata. Conosciuto anche come registro degli elettori dello stesso giorno.

Sebbene tutti saranno interessati allo stesso modo dalla rimozione dell’identificazione degli elettori del giorno delle elezioni, è probabile che i giovani elettori ne soffriranno di più. Gli studi in scienze politiche mostrano che le persone di età compresa tra i 18 ei 24 anni si spostano più frequentemente e hanno meno interazione con le agenzie governative rispetto alle persone più anziane. Questa complessità si aggiunge al processo complessivo. persone senza precedente esperienza di voto Ciò aumenta la possibilità che le persone non si registrino per votare e quindi non possano votare.

“Le persone con cui abbiamo parlato mentre bussavano alle porte non sapevano di potersi registrare”, ha detto Alexa Runnion, presidente del consiglio di amministrazione di MontPIRG.

Tra l’1% e il 2,3% di tutti i voti espressi nelle elezioni del Montana provenivano da elettori che si erano registrati il ​​giorno delle elezioni. Questi erano per lo più studenti o altri giovani elettori che erano stati aiutati dagli sforzi per ottenere il voto di gruppi giovanili e altre organizzazioni politiche.

Un aggiornamento per lo studio del 2019 È stato rilevato che il voto dei giovani è aumentato di 3,5-10,1 punti percentuali dopo che gli stati hanno implementato la registrazione degli elettori del giorno delle elezioni.

“Questo è davvero un duro colpo per il Montana”, ha detto Kiersten Iwai, direttore esecutivo di Forward Montana.

Dal 2006 Montana ha avuto la registrazione del giorno delle elezioni. Da allora i repubblicani hanno cercato di abrogarla. È stato abrogato da due leggi approvate nelle legislature statali a guida repubblicana del 2011 e del 2013, ma entrambe le volte sono state poste il veto dai governatori democratici. Il 2014 ha visto il voto legislativo per inserire l’abrogazione come iniziativa nel ballottaggio 2015. L’iniziativa è stata ampiamente respinta dagli elettori, che hanno ricevuto il 57% di sostegno.

Nonostante il sostegno popolare degli elettori del Montana, i repubblicani hanno colto l’occasione per abrogare la registrazione lo stesso giorno dopo aver vinto l’ufficio del governatore nel 2020. I repubblicani hanno espresso preoccupazione per il fatto che gli studenti siano stati portati nei luoghi di voto in modo che potessero registrarsi il giorno delle elezioni quando la legislazione era in discussione in il legislatore.

“E quei gruppi senza scopo di lucro – e non erano dalla nostra parte del corridoio – cosa stavano facendo?” ha detto il rappresentante statale Jedediah Hinkle, un repubblicano. “Quando erano a 30 piedi dall’edificio, stavano lavorando tutte quelle persone con letteratura, pizza, lampade riscaldanti e tutto il resto”.

I repubblicani hanno anche tolto le carte d’identità degli studenti dall’elenco approvato dei moduli di identificazione con foto accettabili per il voto. I repubblicani hanno aggiunto i permessi di armi nascoste come forma accettabile di identificazione con foto alla lista degli elettori.

Se gli studenti non dispongono di un’altra forma accettabile di identificazione dell’elettore che mostri il loro indirizzo, dovranno presentare un’identificazione aggiuntiva che elenchi il loro nome, indirizzo e dettagli, come un estratto conto, una bolletta o una busta paga. I giovani elettori e studenti possono spostarsi spesso e vivere in dormitori, o in stanze con altri che hanno bollette.

“Anche da giovane professionista quando ero fuori dal college, non ero su una bolletta”, ha detto Iwai. “Non ero in affitto. Non avevo un documento ufficiale che mostrasse dove vivo. Sono tutti questi diversi strati che lo rendono così confuso”.

Per i repubblicani, questo significa solo che gli studenti non dovrebbero votare alle elezioni del Montana.

“Se sei uno studente universitario nel Montana e non hai una registrazione, un estratto conto o un W-2, mi chiedo perché stai votando comunque in queste elezioni”, il portavoce della Montana House Wylie Galt , un repubblicano, ha detto durante il dibattito di febbraio.

Gli elettori aspettano in fila fuori dal tribunale della contea di Gallatin a Bozeman, Montana, sede della Montana State University, 3 novembre 2020.

Gli elettori si allineano fuori dal tribunale della contea di Gallatin a Bozeman (Montana), sede della Montana State University.
Tommy Martino tramite Associated Press

I repubblicani hanno introdotto nuovi requisiti di residenza e di età per i giovani elettori, minacciando di imporre sanzioni legali ai lavoratori elettorali.

La nuova legge si applica agli elettori che compiono 18 anni entro i 30 giorni precedenti le elezioni. Proibisce agli operatori elettorali di fornire schede elettorali prima del compleanno di un elettore. Questa legge consentirà agli abitanti del Montana di votare il giorno delle elezioni, ma non possono accedere alle schede elettorali di loro scelta a causa della loro età.

I gruppi giovanili che contestano questa legge sostengono che essa viola la Costituzione Montana, che garantisce che “i diritti delle persone di età inferiore ai 18 anni devono includere, ma non essere limitati a, tutti i diritti fondamentali di questo articolo a meno che non siano specificamente preclusi da leggi che rafforzano la tutela di tali persone”.

Questa legge, oltre al requisito di età per il voto per corrispondenza, include anche un requisito di residenza che vieta agli operatori elettorali di fornire una scheda elettorale a qualcuno che non può dimostrare di vivere al loro indirizzo almeno 30 giorni consecutivi.

“Barriere come questa scoraggiano abbastanza attivamente il voto degli studenti e per i giovani in generale”, ha detto McMahon.

I repubblicani del Montana hanno anche preso di mira la registrazione degli studenti elettori vietando le attività dei dormitori e delle mense. Gli studenti che stanno facendo uno stage o fanno volontariato per i partiti repubblicano o democratico statale non possono bussare alle porte dei dormitori del campus o installare cabine per la registrazione degli elettori all’interno di determinati edifici. La legge è stata bloccata da un giudice che ha emesso un’ingiunzione preliminare per evitare che fosse impugnata in tribunale.

Tutte queste leggi ora affrontano molteplici azioni legali da parte di attivisti giovanili e gruppi di registrazione degli elettori, nonché comitati politici, tra cui il Partito Democratico del Montana e il comitato per la campagna del Senato di Tester, e altri individui e gruppi affiliati alle università statali del Montana.

In assenza di sentenze giudiziarie che le capovolgano, l’approvazione del Congresso delle riforme dei diritti di voto nel Freedom to Vote Act, co-autore di Tester, annullerebbe alcune delle nuove leggi del Montana, incluso il divieto di registrazione degli elettori del giorno delle elezioni e le nuove restrizioni sull’ID elettorale degli studenti . Il Senato sta bloccando il disegno di legge a causa di un ostruzionismo del GOP. Tester è solo uno dei tre Democratici nel caucus Democratico. parlare con i colleghi di cambiare le regole dell’ostruzionismo Passa il disegno di legge.

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments