Saturday, December 4, 2021
Google search engine
HomeNewsI genitori della ragazza delle Hawaii l'hanno tenuta in una gabbia per...

I genitori della ragazza delle Hawaii l’hanno tenuta in una gabbia per cani con la bocca e il nastro adesivo sul naso: sorella


FILE: Il capo della polizia di Honolulu Ben Moszkowicz parla a una conferenza stampa di Honolulu mercoledì 10 novembre 2020. Lì, gli agenti hanno dichiarato di aver preso in custodia Isabella Kalua e i suoi genitori. La bambina di 6 anni delle Hawaii è stata dichiarata scomparsa dalla sua famiglia biologica. Ha affermato che i suoi genitori adottivi le hanno fatto mantenere il segreto. Isabella, una gabbia per cani con del nastro adesivo che le copriva naso e bocca, aveva smesso di respirare ed era rinchiusa dentro. I documenti depositati in tribunale il 12 novembre hanno rivelato le nuove informazioni, che sono state utilizzate come giustificazione per l’arresto di Isaac Kalua per omicidio di secondo grado. (Foto AP/Jennifer Sinco Kelleher, File)
tramite Associated Press

HONOLULU (AP) – Una sorella biologica di una bambina hawaiana di 6 anni dichiarata scomparsa dai genitori adottivi ha detto alla polizia che i genitori l’hanno costretta a mantenere il segreto che Isabella Kalua non respirava all’interno di una gabbia per cani in bagno, con condotto nastro adesivo sulla bocca e sul naso.

Questi nuovi dettagli sono stati rivelati nei documenti del tribunale che sono stati depositati venerdì per supportare gli arresti di Isaac Kalua e Lehua Kalua di venerdì. Erano genitori adottivi di Isabella, due dei suoi fratelli e genitori adottivi di un altro fratello biologico.

I Kalua il 13 settembre avevano riferito alla polizia che Isabella – indicata anche dalla polizia di Honolulu con il suo nome di battesimo di Ariel Sellers – era scomparsa e che l’avevano vista l’ultima volta addormentata nella sua stanza la notte prima.

Mercoledì, la polizia ha arrestato i Kalua e ha dichiarato di ritenere che la ragazza fosse stata uccisa un mese prima di quando ne avevano denunciato la scomparsa. Tuttavia, non è stato trovato un corpo.

I genitori sono stati trattenuti a tempo indeterminato senza cauzione. Dovevano comparire davanti al tribunale venerdì. William Harrison, il loro avvocato, non ha risposto a telefonate o messaggi di testo cercando di essere raggiunto dall’Associated Press in merito agli arresti.

Durante un’intervista una settimana fa con un detective, la sorella di Isabella ha detto che i Kalua le hanno chiesto circa due mesi fa di mantenere il segreto su quello che è successo: che Isabella “era in bagno in una gabbia per cani, con del nastro adesivo sulla bocca e sul naso, e non non svegliarti”, secondo l’affidavit della polizia a sostegno dei mandati di arresto per i Kalua.

Negli atti del tribunale, la sorella poteva essere identificata solo dalle sue iniziali IMK e non le era stata data la sua età.

La polizia si è rifiutata di discutere il motivo per cui Isabella è stata uccisa durante la conferenza stampa in cui sono stati annunciati i Kalua. La tempistica dell’intervista della sorella venerdì scorso con il detective coincide con l’omicidio della polizia di Honolulu, il tenente Deena Thoemmes, che ha affermato che il caso si è trasformato in un’indagine per omicidio alla fine della scorsa settimana.

La sorella ha detto che sa che Isabella è “morta perché era lì”, dicono i documenti del tribunale.

“Lehua ha poi riempito la vasca d’acqua e ci ha messo (Isabella) dentro per vedere se si sarebbe svegliata, ma non ha funzionato”, dicono i documenti.

Secondo i documenti, Isabella doveva essere portata da sua sorella nella sua camera da letto.

La madre ha poi svuotato la vasca e pochi giorni dopo, Isaac Kalua è andato in ospedale per “far finta di essere COVID”, dicono i documenti.

La sorella ha detto alla polizia che sapeva che stava fingendo perché si era preso una pausa dal lavoro per “aiutare la mamma”, dicono i documenti, “per sbarazzarsi della roba… delle prove”.

La sorella ha detto alla polizia che Lehua Kalua ha acquistato la gabbia per cani su Internet anche se non avevano un cane. Kalua ha affermato di averlo acquistato per Isabella perché Isabella era una mangiatrice subdola di notte. La sorella ha detto che Isabella avrebbe avuto fame perché Kalua non le avrebbe dato da mangiare e la sorella ha cercato di portarle del cibo di nascosto a volte, secondo i documenti del tribunale.

La sorella ha detto che Isabella veniva tenuta in gabbia ogni notte.

Lehua Kalua ha denunciato la scomparsa di Isabella alla polizia. Disse che Isabella aveva la brutta abitudine di dormire in garage e che a volte lasciava le porte aperte. Lehua Kalua ha anche dichiarato alla polizia che il loro sistema di sorveglianza domestica non funziona mai.

L’affidavit afferma che la polizia ha trovato filmati di sorveglianza del 13 settembre, che mostravano Isabella vista l’ultima volta nelle telecamere il 18 agosto.

Fonte: HuffPost.com.

Condividi il tuo commento qui sotto

Il post I genitori della ragazza delle Hawaii l’hanno tenuta in una gabbia per cani con la bocca e il naso nastrati: la sorella è apparsa per la prima volta su Breaking News.



Source: https://gt-ride.com/hawaii-girls-parents-kept-her-in-dog-cage-with-mouth-nose-duct-taped-sister/

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments