Wednesday, December 1, 2021
Google search engine
HomeNewsI candidati del GOP stanno esercitando il processo di Kyle Rittenhouse nella...

I candidati del GOP stanno esercitando il processo di Kyle Rittenhouse nella guerra culturale


Una giuria non si è ancora pronunciata nel processo per omicidio di Kyle Rittenhouse, l’adolescente accusato di omicidio per aver sparato a tre uomini durante una protesta del 2020 a Kenosha, nel Wisconsin, ma i repubblicani e i loro alleati stanno già affrontando il problema nella loro più ampia guerra culturale in vista di le elezioni di medio termine.

“Penso che non sia un processo, è un abuso di minori mascherato da giustizia in questo paese”, ha detto mercoledì JD Vance, l’autore e venture capitalist in corsa per il Senato in Ohio, al programma Fox News di Tucker Carlson. “L’intero processo – l’intera farsa – è un atto d’accusa contro ogni istituzione della nostra società”.

Rittenhouse rischia l’ergastolo se condannato per le accuse più gravi, Rittenhouse è stato sostenuto dalla destra dopo aver sparato a morte a due uomini e ferito un altro durante una protesta scoppiata in risposta a un ufficiale bianco Kenosha che sparava e lasciava un uomo di colore, Jacob Blake , paralizzato dalla vita in giù. Il processo ha ferocemente diviso la nazione sul fatto che Rittenhouse, 17 anni, agisse come un eroe o un vigilante.

Il processo di Rittenhouse è diventato il simbolo della polarizzazione politica della nazione sulla brutalità della polizia, il razzismo e il diritto alle armi da fuoco, questioni che sono quasi certamente incluse nel prossimo ciclo elettorale.

Kyle Rittenhouse crolla sul banco mentre testimonia durante il suo processo per omicidio a Kenosha, nel Wisconsin, il 10 novembre.

Kyle Rittenhouse crolla sul banco mentre testimonia durante il suo processo per omicidio a Kenosha, nel Wisconsin, il 10 novembre.
Mark Hertzberg/Associated Press

I repubblicani in cerca di incarico nel 2022 hanno attaccato l’accusa nel caso e continuano a criticare il presidente Joe Biden per essere apparso etichettando Rittenhouse – che ha viaggiato attraverso i confini di stato fino a Kenosha con un fucile in stile AR e un kit medico – un “suprematista bianco” in un tweet poco dopo gli omicidi.

Dopo il dibattito presidenziale di settembre 2020, Biden ha condiviso un video prendendo di mira l’ex presidente Donald Trump per aver rifiutato di sconfessare la supremazia bianca che ha caratterizzato Rittenhouse e altri.

Rittenhouse ha sostenuto di aver agito per legittima difesa e si è recato a Kenosha come privato cittadino per reprimere la violenza e il saccheggio.

“È un atto d’accusa contro il nostro disgustoso presidente, che lo ha definito un suprematista bianco, anche se ha sparato ad altri bianchi. È un atto d’accusa contro i nostri media, che hanno calunniato e maltrattato un ragazzo di 17 anni. Non ho visto nulla che mi disgusti dei leader di questo paese come questa ridicola farsa di un processo”, ha detto su Fox Vance, che ha inquadrato la sua candidatura attorno a questioni culturali.

Giovedì, l’avversario principale del GOP di Vance, Josh Mandel, ha twittato “Kyle Rittenhouse è la vittima” in risposta alla star del basket LeBron James, che ha chiesto se le lacrime di Rittenhouse sul palco fossero autentiche.

Eric Greitens, l’ex governatore del Missouri in corsa per un seggio libero al Senato in quello stato, ha retwittato l’ex commissario della polizia di New York Bernie Kerik – un apparecchio sul cavo di destra che ha ricevuto la grazia presidenziale da Trump – che ha definito il processo un “abuso di potere da parte di un pubblico ministero politicamente motivato”.

Anche Tulsi Gabbard, l’ex deputata delle Hawaii che ha partecipato alle primarie democratiche del 2020 per la presidenza, ha offerto la sua opinione. Gabbard, che secondo quanto riferito è stato selezionato per un ruolo nell’amministrazione Trump, è visto come un simpatizzante della destra e che nutre ambizioni per una carica più alta.

“Il pubblico ministero in questo processo Rittenhouse ovviamente non ha fatto la sua dovuta diligenza prima di prendere la decisione di perseguire”, Gabbard ha detto in un video virale. “Questa tragedia non sarebbe mai accaduta se il governo avesse semplicemente assolto alle sue responsabilità per proteggere la sicurezza, la vita e la proprietà di persone innocenti”.

La vittoria del repubblicano Glenn Youngkin questo mese nella corsa al governatore della Virginia ha dimostrato la potenza delle questioni culturali per il GOP, che ha attinto con successo alla rabbia per il controllo dei genitori nelle scuole, in particolare con i mandati COVID-19 e lo spauracchio della “teoria della razza critica” nelle scuole.

Alla base del processo Rittenhouse, che continua questa settimana, ci sono le tensioni per le proteste dello scorso anno contro la brutalità della polizia nei confronti dei neri americani e il ruolo che le forze di polizia dovrebbero svolgere nella società.

I democratici, da parte loro, non hanno taciuto nemmeno su Rittenhouse.

Rep. Hakeem Jeffries di New York twittato mercoledì: “Chiudi Kyle Rittenhouse e butta via la chiave.”

Fonte: HuffPost.com.

Condividi il tuo commento qui sotto

Il post GOP Candidates Are Wielding Kyle Rittenhouse Trial In Culture War è apparso per la prima volta su Breaking News.





Source: https://gt-ride.com/gop-candidates-are-wielding-kyle-rittenhouse-trial-in-culture-war/

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments