Sunday, November 28, 2021
Google search engine
HomeNewsGiorni dopo il vertice sul clima, Biden terrà la vendita di petrolio...

Giorni dopo il vertice sul clima, Biden terrà la vendita di petrolio del Golfo “Carbon Bomb”


Quando il presidente Joe Biden ha parlato dei combustibili fossili durante un dibattito presidenziale democratico nel marzo 2020, ha promesso di “affrontare l’industria dei combustibili fossili” e di far allontanare rapidamente la nazione dai combustibili fossili che riscaldano il pianeta.

“Niente più sussidi per [the] industria dei combustibili fossili”, ha detto Biden. “Niente più trivellazioni sui terreni federali. È vietata la perforazione, sia onshore che offshore. Non c’è modo per l’industria petrolifera, da nessuna parte, di continuare a trivellare. Finisce.”

Biden infrange le regole ambientali, dicono gli ambientalisti impegnoOra, l’amministrazione si sta preparando a ospitare la più grande vendita di leasing offshore di petrolio e gas nella storia americana il 17 novembre.

Questa vendita segue la COP26 in Scozia, dove sono in corso i negoziati delle Nazioni Unite sul clima. I diplomatici sembrano essere sulla buona strada per un accordo che non soddisfa ciò che gli scienziati ritengono necessario per prevenire il catastrofico riscaldamento globale. Il Dipartimento degli Interni offrirà oltre 80 milioni di acri – un’area più grande dello stato del New Mexico – del Golfo del Messico per le trivellazioni. È più grande di qualsiasi vendita di leasing condotta sotto l’amministrazione favorevole ai combustibili fossili del presidente Donald Trump e Interior stimeConsentirà la produzione aggiuntiva di 1,1 miliardi di barili di petrolio e 4,4 trilioni di metri cubi di gas naturale nei prossimi decenni.

Dopo la decisione della Louisiana a giugno del giudice federale di Trump, l’amministrazione afferma di avere le mani legate per annullare l’ordine esecutivo di Biden che sospende temporaneamente i nuovi contratti di locazione di petrolio e gas attraverso le terre e le acque federali.

“L’amministrazione ha chiarito che non è d’accordo con la sentenza e il Dipartimento di Giustizia ha fatto ricorso, ma nel frattempo il governo deve conformarsi ad essa”, ha dichiarato il portavoce della Casa Bianca Vedant Patel in una dichiarazione via e-mail, osservando che Interni aveva precedentemente annullato il in attesa di vendita del contratto di locazione.

Un’azione intentata contro il governo da quattordici avvocati repubblicani ha portato all’ingiunzione. L’opinione del giudice si basava in parte su uno studio dei potenziali impatti economici della pausa del leasing, che un gruppo commerciale del settore ha contribuito a plasmare e che diversi ricercatori indipendenti hanno respinto.

Gli esperti legali intervistati da HuffPost hanno affermato che Biden e il suo team hanno alcune strade per ridimensionare, ritardare o annullare la vendita, ma che avrebbero comportato rischi legali e politici che l’amministrazione potrebbe non essere disposta a correre.

In una maschera come il presidente Joe Biden, un attivista per il clima partecipa a una protesta contro l’uso di combustibili fossili vicino alla sede della COP26 delle Nazioni Unite. Il vertice sul clima si terrà venerdì a Glasgow (Scozia).
Fonte: Associated Press

Sam Kalen, professore di diritto delle risorse naturali presso l’Università del Wyoming, ha definito la sentenza del giudice della Louisiana in quanto riguarda il leasing offshore “abbastanza discutibile”. Se un’organizzazione non governativa dovesse presentare una denuncia cercando di ingiungere l’imminente vendita del Golfo per motivi legittimi – ad esempio, un’analisi ambientale errata – allora l’amministrazione potrebbe scegliere di posticipare l’asta in attesa di una risoluzione in tribunale, ha affermato.

Drew Caputo, un avvocato del gruppo ambientalista Earthjustice, ha affermato che l’amministrazione Biden avrebbe potuto andare oltre il semplice ricorso alla sentenza del giudice chiedendo alla corte d’appello di sospendere o sospendere l’ordine mentre l’amministrazione discute il suo caso in tribunale.

Caputo ha dichiarato: “Avrebbe potuto dichiarare questa vendita illegale ai sensi del National Environmental Policy Act a causa dei suoi futuri impatti sul clima” o utilizzare l’autorità dell’Outer Continental Shelf Lands Act per rimuovere vaste aree al largo dal leasing futuro. Proprio come quello che Obama ha fatto con le acque artiche e atlantiche nel 2016.

“Non sto dicendo che non ci sarebbero conseguenze legali e politiche nel prendere nessuno di questi passi. Presumo che l’industria e i loro alleati politici farebbero causa all’istante”, ha detto Caputo. “Ma abbiamo un consenso scientifico ininterrotto sul fatto che non abbiamo tempo per agire per affrontare il cambiamento climatico. È impossibile per gli Stati Uniti rispettare i propri impegni sul clima se continuano a gestire il programma come di consueto, considerando che il 25% delle emissioni di gas serra statunitensi proviene dal petrolio e dal gas federali. Ed è quello che fa procedere con questa vendita di leasing”.

Earthjustice citato In settembre, l’amministrazione ha cercato di bloccare la vendita del contratto di locazione del Golfo.

Nel seguente: lettera la scorsa settimana, Earthjustice e più di 250 altre organizzazioni hanno chiesto a Biden di annullare l’asta del Golfo in mezzo a quello che Biden stesso ha avvertito essere un momento di “codice rosso” sul clima.

Andare fino in fondo, hanno affermato i gruppi, “si farà beffe” dei propri impegni su un palcoscenico globale alla conferenza sul clima COP26 di questo mese.

“C’è ancora tempo per mantenere la tua promessa di porre fine ai nuovi contratti di locazione su terre e acque pubbliche e affrontare il razzismo ambientale”, si legge nella lettera, guidata dall’organizzazione ambientalista Friends of the Earth. “Si prega di utilizzare la propria autorità esistente e rinviare la vendita di leasing 257 per fare i conti con le prove più recenti e stimare e riconoscere correttamente l’intera gamma di impatti delle vendite di leasing in questa regione”.

Interior prevede anche di tenere aste di petrolio e gas onshore negli Stati occidentali all’inizio del prossimo anno. Le aste copriranno circa 700.000. acri in più stati occidentali tra cui Wyoming, Colorado e Colorado. Tuttavia, Interior è stato criticato dal Bureau of Land Management per non averlo consentito. ha annunciato che per la prima volta inizierà ad analizzare le emissioni di gas serra e a soppesare gli impatti climatici dei contratti di locazione proposti, una mossa che alla fine potrebbe comportare la riduzione o la cancellazione dei contratti di locazione.

Gli avvocati sono sempre più insoddisfatti dello stato attuale delle cose. disconnettersi tra le parole e le azioni di Biden sul clima.

E’ possibile acquistare a discorso programmatico al vertice delle Nazioni Unite sul clima, Biden ha descritto i prossimi 10 anni come “un decennio decisivo” e ha assicurato ai leader mondiali che gli Stati Uniti guideranno ancora una volta lo sforzo globale per affrontare la minaccia climatica. Ma con l’impennata dei prezzi della benzina, l’amministrazione ha chiesto alle nazioni straniere di aumentare la produzione di combustibili fossili, una mossa che Biden ha riconosciuto “sembra un’ironia”.

“In superficie, sembra incoerente”, ha detto Biden al vertice del Gruppo dei 20 il 31 ottobre prima di dirigersi alla COP26. “Ma non è affatto incoerente in quanto nessuno ha previsto che quest’anno saremmo stati in una posizione – o anche l’anno prossimo – che non useremo più petrolio o gas; che non ci impegneremo in nessun combustibile fossile”.

John Kerry, l’inviato speciale per il clima dell’amministrazione Biden e capo negoziatore della COP26, ha fatto eco a questa posizione.

“Se [Biden] chiedevo loro di aumentare la loro produzione nell’arco di cinque anni, avrei smesso”, ha detto Kerry al vertice del G20. “Ma non lo è. Sta chiedendo loro di aumentare la produzione in questo momento immediato”.

La futura vendita deve ancora generare alcun interesse. Tuttavia, qualsiasi contratto di locazione a casa quasi certamente bloccherà la produzione nazionale per molti anni. Gli acri venduti durante l’asta del Golfo della prossima settimana, ad esempio, probabilmente non sarebbero stati sviluppati per cinque o dieci anni.

“Affermando che stiamo solo intraprendendo azioni a breve termine per promuovere la produzione di petrolio e gas mentre facciamo la transizione da un lato, e dall’altro vendendo una bomba di carbonio di una vendita di leasing nel Golfo del Messico che non può andare alla produzione per quasi 10 anni – non c’è modo di quadrare quel cerchio”, ha detto Caputo. “Evidenzia davvero l’incoerenza tra il programma federale per il petrolio e il gas di oggi e le esigenze climatiche dell’America e del mondo”.

Un bagliore di gas dalla raffineria di petrolio Shell Chemical LP illumina il cielo a Norco, in Louisiana.

Una raffineria di petrolio chiamata Shell Chemical LP utilizza un bagliore per illuminare i cieli di Norco, in Louisiana.
Drew Angerer tramite Getty Images

L’amministrazione Obama mira a ridurre le emissioni statunitensi di carbonio di almeno la metà dei livelli del 2005 entro il 2030 ea raggiungere gli obiettivi di emissioni nette zero entro la metà del secolo. Il Congresso sta attualmente negoziando il piano Build Back Better del presidente



Source: https://gt-ride.com/days-after-climate-summit-biden-to-hold-carbon-bomb-gulf-oil-sale/

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments